Il Circolo

Regolamento


REGOLAMENTO INTERNO DEL CIRCOLO TENNIS BARI
PREMESSA
Il presente Regolamento, deliberato dal Consiglio Direttivo, disciplina il corretto uso delle strutture del Circolo, ai sensi di quanto disposto dall’art. 30 dello Statuto sociale vigente ed è pertanto obbligatorio e vincolante per tutti i Soci e per tutti i soggetti aventi diritto di frequentare i locali sociali.

TITOLO 1° – ACCESSO AL CIRCOLO
Art. 1
L’accesso al Circolo è consentito soltanto ai Soci ed ai soggetti indicati nell’art. 17, lett. a) dello Statuto. Il Consiglio Direttivo può istituire l’uso di apposita tessera, per i Soci e per gli aventi diritto di frequentare i locali sociali, al fine di consentire l’accesso al Circolo solo previa esibizione del suddetto documento.

Art. 2
I Soci possono richiedere alla Presidenza – secondo quanto dispone l’art. 17, lett. c) dello Statuto – ma per non più di una volta al mese – invito di frequenza per loro ospiti. Il Consiglio Direttivo può disporre che su apposito registro siano annotate le richieste di inviti e le relative concessioni da parte del Presidente. L’ospitalità occasionale non richiede di norma preventiva concessione; il Consiglio Direttivo vigila per evitare che la stessa persona fruisca della ospitalità di più soci in periodi di tempo ravvicinati; è comunque interdetto alla stessa persona di essere ospitata per più di due volte nello stesso mese e per più di dodici volte nello stesso anno. E’ rigorosamente vietato ospitare coloro che siano stati soci e che siano stati cancellati dall’albo dei Soci per morosità o motivi disciplinari.
E’ comunque interdetto ad uno stesso socio ospitare più di due persone al mese e comunque più di dodici persone all’anno.

Art. 3
E’ vietato ai Soci ed a tutti gli aventi diritto di frequentare il Circolo, di introdurre nel recinto del Circolo cani o altri animali, anche se al guinzaglio; biciclette, motociclette, ciclomotori e simili. Il parcheggio degli autoveicoli e degli altri mezzi di locomozione può avvenire soltanto negli spazi individuati da apposita segnaletica, comunque senza provocare intralcio alla circolazione, nell’ambito delle zone adibite a parcheggio e nelle ore di apertura del Circolo.

TITOLO 2° – USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI
Art. 4
L’accesso al Circolo, nonché l’uso di qualsiasi impianto sportivo è riservato ai Soci ed agli aventi diritto a frequentare il Circolo, purché i Soci non siano morosi ai sensi dello Statuto. Eventuali ospiti non potranno fruire dei campi da tennis nelle giornate del sabato e festive. I campi ove siano decorsi dieci minuti dall’inizio dell’ora prenotata, potranno essere concessi ad altro richiedente.
Per l’uso dei su richiamati impianti sportivi, il Consiglio Direttivo determina la tariffa oraria. Il Socio che ha prenotato campi per i quali è prevista una tariffa oraria può disdire la prenotazione purché vi provveda almeno sei ore prima della ora prenotata; in caso contrario dovrà corrispondere l’importo della tariffa anche laddove altri Soci abbiano fruito dei campi prenotati rimasti liberi ed abbiano corrisposto l’importo fissato. La prenotazione dei campi è personale e non è cedibile.
I giocatori devono accedere sui campi da tennis indossando una tenuta sportiva preferibilmente di colore bianco e consona al decoro del Circolo ed inoltre idonea a preservare il terreno di gioco da danneggiamento. L’agibilità dei campi da tennis è valutata esclusivamente dal personale tecnico del Circolo a tanto incaricato e che, in caso di inagibilità, abbasserà al suolo la rete che divide il campo di gioco.

Art. 5
L’uso del campo di calcio è riservato ai Soci ed aventi diritto a frequentare il Circolo, nella misura di n. 14 giocatori ad incontro. Le ore di uso e la tariffa oraria saranno determinate dal Consiglio Direttivo. Eventuali ospiti non potranno fruire del campo di calcio in numero superiore a quattro unità per ciascun incontro, sempre nel rispetto del dettato statutario dell’art. 2 del presente Regolamento.

Art. 6
L’uso della palestra e delle relative attrezzature non è consentito agli ospiti, né ai minori se non sotto il controllo dei genitori o degli istruttori.
Per l’uso della sauna è obbligatoria l’osservanza rigorosa delle prescrizioni affisse sulla porta di ingresso all’impianto. E’ obbligatorio, altresì, comunicare preventivamente al personale del Circolo l’accesso alla sauna.
L’uso della sauna è inoltre interdetto ai minori.

Art. 7
E’ fatto divieto di esercitare attività sportiva al di fuori degli appositi impianti posti a disposizione dei Soci.

Art. 8
Gli atleti, che per le loro qualità tecniche vengono tesserati dal Circolo per partecipare ai campionati a squadre ed individuali, usufruiscono degli impianti sportivi secondo le modalità stabilite dal Direttore Sportivo, preventivamente approvate dal Consiglio Direttivo.

TITOLO 3° – USO DELLE ALTRE STRUTTURE SOCIALI
Art. 9
L’orario di apertura del Circolo è – di norma, e salvo differenti disposizioni del Consiglio Direttivo – fissato come segue:
da OTTOBRE a GIUGNO: dalle ore 7,00 alle ore 24,00;
nel mese di LUGLIO: dalle ore 7 alle ore 11,00 e dalle ore 14,00 alle ore 2,00
nel mese di AGOSTO: dal 1° al 20 agosto dalle ore 7,00 alle ore 9,00; e dalle ore 17,00 alle ore 2,00;
dal 21 agosto al 30 settembre: dalle ore 7,00 alle ore 2,00.

Art. 10
La permanenza nel Circolo è consentita ai bambini ed ai ragazzi sino a 12 anni non oltre le ore 22 nel periodo estivo (giugno – settembre) e non oltre le ore 20.30 negli altri mesi.

Art. 11
Coloro che accedono nel Circolo sono tenuti a depositare borse da gioco, racchette ed indumenti esclusivamente negli appositi spazi.

Art. 12
E’ possibile sostare all’interno del Circolo in tenuta sportiva esclusivamente nelle zone a tanto espressamente destinate.
E’ fatto divieto ai Soci di fumare in tutti gli ambienti chiusi del Circolo (club-house, ristorante, palestra e spogliatoi), ad eccezione della zona riservata ai fumatori nella sala-carte, di consumare alimenti nella sala-carte, nonché nella club-house, ad eccezione delle zone appositamente riservate.

Art. 13
L’accesso e la permanenza nella sala-carte e nella zona biliardo del Circolo sono interdetti ai minori degli anni diciotto.

Art. 14
L’accensione e le altre manovre sugli apparecchi televisivi dislocati nelle sale del Circolo sono riservate al personale a tanto preposto.

Art. 15
Il listino dei prezzi praticati nel Bar e nel Ristorante è stabilito d’intesa fra il Consiglio Direttivo ed il gestore del servizio.

Art. 16
Nel Ristorante del Circolo un tavolo – portante non meno di dieci coperti – è sempre riservato a “tavolo sociale”; ed è identificato con tale dicitura posta bene in vista.

Art. 17
La prenotazione dei tavoli del ristorante va effettuata direttamente al gestore. Ove la prenotazione riguardi tavoli con capienza superiore a dieci coperti, il Socio che volesse avere ospiti non aventi la qualità di Socio dovrà limitare il numero degli stessi entro il quaranta per cento della capienza del tavolo.

Art. 18
Non sono ammessi buffet per feste di onomastici, compleanni ed altre ricorrenze nell’ambito della club house del Circolo. Non sono ammessi, altresì, ricevimenti di nozze, neppure utilizzando il ristorante del Circolo.

Art. 19
Il Consiglio Direttivo potrà autorizzare l’utilizzo della zona ristorante del Circolo per onomastici, compleanni e analoghe ricorrenze.
Il Socio dovrà preventivamente farne domanda al Consiglio Direttivo, indicando nominativamente gli ospiti che non siano Soci. Ove l’autorizzazione sia concessa, il Socio deve provvedere anche a ritirare dalla Segreteria gli inviti per gli ospiti, che li esibiranno al personale addetto all’ingresso del Circolo. Anche in tali ipotesi va osservata la limitazione del 40% di cui all’art. 17.
Non è consentito l’utilizzo di impianti stereo e/o qualsivoglia forma di musica o spettacolo dal vivo.

Art. 20
I gestori del Bar e del Ristorante non sono autorizzati a concedere sospesi di cassa.

DISPOSIZIONI FINALI
Art. 21
I Soci e gli aventi diritto a frequentare il Circolo sono obbligati all’ottimale conservazione degli arredi, delle piante e, in genere, delle attrezzature e di tutti i beni sociali.
Saranno tuttavia perseguite disciplinarmente ed eventualmente in tutte le competenti ulteriori sedi le condotte che arrecassero danni, ovvero che violassero le norme regolamentari e statutarie.

Art. 22
Il presente Regolamento deliberato dal Consiglio Direttivo nella seduta del 10/01/2011, sarà comunicato a tutti i Soci ed affisso nell’Albo Sociale previa sottoscrizione del Presidente.
Entrerà in vigore il 1° Febbraio 2011.

IL PRESIDENTE
Avv. Onofrio Sisto

Sponsor